3d-cube3daccordion-arrowarrow-downarrow-listarrow-rightattachmentdevicedownload-docdownloademailfaxfood-beveragehexagonindustrialinfolayerslinklocationminimotor-logo-covernav-arrownetworkpackagingpagenav-gridpagenav-nextpagenav-prevphoneshare-facebookshare-googleplusshare-linkedinshare-twittersharesocial-facebooksocial-instagramsocial-linkedinsocial-twittersocial-youtubetoolswork-with-us

DBS SERIES: dalla performance dei motori nasce la potenza commerciale di gamma

28.10.2018

In arrivo per la Serie DBS di Mini Motor una nuova e innovativa linea produttiva dedicata.

Senza tema di smentita, né falsa modestia, si può affermare che i successi commerciali non siano esattamente degli sconosciuti in casa Mini Motor. Anzi.

Sono infatti la controprova, più volte sperimentata, che l’eccellenza produttiva, l’avanguardia tecnologica e la maniacale attenzione al mercato compongano insieme un approccio industriale sempre vincente.

In altre parole: la qualità assoluta paga.

Questo, però, non significa aver smarrito la capacità di stupirsi per i nuovi successi, festeggiandoli alla maniera di Mini Motor; dunque, investendo.

È il caso della Serie DBS, la famiglia di servomotori brushless con azionamento integrato che nel tempo ha saputo distinguendosi nel mondo dell’automazione e del motion control per l’altissima qualità costruttiva e l’assoluta affidabilità operativa.

Le richieste dei clienti per i prodotti DBS sono infatti in continuo e vorticoso aumento, un trend talmente consolidato da aver reso necessaria la progettazione di un’intera linea produttiva dedicata alla realizzazione di questi motori.

Primo step di questo importante progetto di ampliamento è stata l’acquisizione di un sistema automatico di collaudo dei motori DBS Series, il cui compito è quello di testare sia il funzionamento hardware, sia le configurazioni software dei prodotti.

Fino a prima dell’introduzione di questo sistema, l’operazione di collaudo dei motori avveniva in modo totalmente manuale; era un operatore, infatti, a collegare i cavi al motore, impostando i valori di funzionamento sul software di parametrizzazione e dando poi inizio alla procedura di test.

Oggi, invece, la nuova linea di produzione che Mini Motor sta implementando prevede al termine del processo il collaudo automatico dei motori; sarà dunque un computer, in grado di riconoscere il firwall installato sul prodotto, a testare la funzionalità delle porte, a caricare i set di parametri adeguati e a lanciare il test in maniera del tutto automatizzata.

Contestualmente, si sta procedendo alla realizzazione dell’innovativa linea produttiva che costruirà contemporaneamente le tre differenti parti della Serie DBS – motore, riduttore e azionamento – riducendo così i tempi di produzione ed eliminando i colli di bottiglia sui singoli elementi.

Si tratterà di una linea semiautomatica, poiché vedrà l’impiego di un operatore nell’importante fase di posizionamento dei componenti elettronici, una linea che permetterà di aumentare la produzione dell’intera Serie DBS del 40% rispetto al volume attuale.

Dal punto di vista della logistica produttiva, questa novità si traduce per Mini Motor in una sorta di rivoluzione. Se fino ad oggi, infatti, la produzione dei DBS è avvenuta su specifica commessa, pertanto senza stock, con l’attivazione della nuova linea sarà possibile produrre in maniera continuativa i componenti premontati dei motori, stoccarli in un nuovo magazzino ed evadere così in modo fluido e rapido i numerosissimi ordini in arrivo.

La portata del successo commerciale della Serie DBS e degli investimenti che ne derivano emerge precisamente dall’entusiasmo nelle parole dell’Ingegnere Ferretti, Responsabile Ufficio Tecnico Mini Motor:

Il successo della Serie DBS per Mini Motor non è soltanto un obiettivo commerciale raggiunto, è qualcosa di più grande, di più importante.

È la straordinaria conferma che la nostra filosofia costruttiva è corretta; è la dimostrazione che i nostri clienti e l’intero panorama dell’automazione e del motion control sono con noi, e condividono il nostro stesso sguardo al futuro della meccatronica; è la rinnovata prova che i principi dell’integrazione totale, della connettività, della compattezza e del design sono e saranno ancora a lungo in futuro i fari verso cui orientare il nostro bellissimo lavoro.


richiedi informazioni

(*) informazioni obbligatorie